Altre Voci (Maurizio Manzo: Ogni 2 novembre)

Neobar

I morti si rallegravano
vedendo fra sΓ© e la luce i loro corpi trapassati
ridevano della loro ombra e la osservavano
come se davvero
fosse la loro vita trascorsa.
La Maison Des Morts
Guillaume Apollinaire

A braccetto con Guillaume
sfioravo le lastre
strofinando i volti
sviscerando calore
speravo che di lì
a poco
li avrei avuti con me
attorniarmi di un nuovo
odore.

Mentre Guillaume
svaniva scivolando
dal mio braccio
qualcuno mi batteva
sulla spalla ticchettando
di vuoto –
non appena girato
riconosco mia madre
dall’eterno sorriso
per il resto spolpata,
morta ormai da dieci anni,
i capelli sembravano
in ordine
come quando era in vita.

Maurizio!, urlΓ² abbracciandomi,
vieni da mamma,
e la strinsi tra sbuffi
di polvere
scricchiolii di ossa
come mai forse
in vita.
Ora arriva papΓ , aggiunse,
lui c’è da poco
si perde tra questi viali
lo conosci, non gli piacciono
le feste.

Mauri’, che si…

View original post 140 altre parole

2 Replies to “Altre Voci (Maurizio Manzo: Ogni 2 novembre)”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...