Mia madre

autunno-1

È Sequela di sguardi dimessi, per quel suo pudore schivo, di una solitudine composta.

Eppure mi arriva un assalto di bellezza
e un chiaro mi allaga gli occhi.

Mia madre ha una fanciullezza, ancora, sugli zigomi,
un accenno di dolcezza sulle labbra
e, negli occhi, terre trascorse,
giardini d’infanzia di cui so il racconto.

Per un attimo indovino quella rassegnazione di foglie ai distacchi e sono già dentro la paura ;
trasgredire lo strappo, le foglie, non sanno,
ricucirlo, poi, con una poesia da dire sottovoce,
non saprà bastare.

Anna

 

10 Replies to “Mia madre”

  1. Una grande emozione, la sento anche un po’ mia questa tua lirica. Mi ricorda la bellezza di mia madre, di com’era mia madre, e ne sento l’assalto che mi allaga gli occhi. La ricordo sempre sorridente e pronta ad ascoltarmi.. e sempre pronta a perdonarmi. Sono commosso. Una poesia meravigliosa.

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...