Pietre trascorse

IMG_20190919_002808

Serpeggia ancora la lucertola
sul muretto, ancora
sopravvive alle mputazioni
e, fedele al suo  movimento,
si dilegua

Serpeggia, verde errore,
sul grigio cemento,
senza ristoro d’ombra
e riparo alla paura,
orfana della pietra millenaria.

Manca quel respiro
della pietra
che in silenzio parla
e sa farsi cava.

Non sarà così diverso il tempo di domani,
sarà sempre coincidente
nell’alternanza di due soli, saranno sempre le stesse le attese, nel susseguirsi di stagioni.

Gli stessi i silenzi nel dialogo
di fecondi mutamenti.

E noi con l’antica abitudine
di dare un nome alle cose,
per poterle chiamare
anche se si sono perse.

Quando basterebbe sentirlo
il vuoto dell’ assenza,
spartire il peso, tutti,
di ciò che forzatamente abdica.

Siamo noi lucertole
senza riparo d’ombra
senza feritoie per la paura.

Sull’intenzione di cemento
si sconquassa il senso
di ogni destinazione,
della muta aderenza alla consegna di pietre trascorse.

E noi sempre più incerti
su una terra smossa,
incapaci di scovare l’imperfezione del sasso che rimandi il precipizio.

Noi, più fragili tutti,
a rinominare
ciò che il tempo ci ha tolto
e fingerci risarciti.

Anna

Annunci

4 Replies to “Pietre trascorse”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...