Da accese latitudini (a quattro mani con Anna Leone)

❀️

almerighi

So di te, mi attraversi
come, da larghe sere,
una radianza,
nel catino di rose,
il verde fluttuante di foglie riflesse.

Carezzi gli specchi nell’esatto rimando,
collimano i polsi, fecondi i palmi,
trasudano scoscese tenerezze,
dell’essere tuo, in infiniti abbracci,
pur da queste accese latitudini.

So di un giorno in cui
il mio cuore batterΓ  sul tuo;
niente, piΓΉ della pelle,
li dividerΓ .

So, le sterminate previsioni
chiedere luogo e tempo,
ma tu giΓ  sei il mio tempo,
la mia dimora.

il blog di Anna Leone:
https://vocisottili.wordpress.com/

View original post