Piuttosto. «iI modo in cui ci aggrappiamo alle cose come erano invece di lasciarle essere ciò che sono, il modo in cui ci aggrappiamo ai vecchi ricordi invece di farcene dei nuovi, il modo in cui insistiamo nel credere, malgrado tutte le indicazioni scientifiche, che nella vita tutto sia per sempre. Il cambiamento è costante. Come viviamo il cambiamento, questo dipende da noi. Possiamo sentirlo come una morte o possiamo sentirlo come una seconda occasione di vita. Se apriamo le dita, se allentiamo la presa e lasciamo che ci trasporti, possiamo sentirlo come adrenalina pura, come se in ogni momento potessimo avere un’altra occasione di vita, come se in ogni momento potessimo nascere ancora una volta. (Meredith)»

 

 

Forre di luce
in cui non mi precipito
e preghiere abbandonate lungo i bordi.

Voli spiegati altrove,
dislocati passi d’erranza,
mentre rinserrano i pensieri
contorni di accese astenie
mordendo arsure di antiche seti.

Piuttosto smarrirmi
senza indizi
e in altri inizi,
ancora, ritrovarmi.

Anna.

Annunci

La mia ombra

 

 

Replica gesti, proietta senza spessore
mobile appendice, muta testimone.

Quando sarò per sempre orizzontale
aderirà al mio freddo corpo.

Ed io sarò il mio volto ricomposto
dopo i tanti disuguali
che l`ombra mia stessa camuffava .

Anna.